Studio di psicoterapia strategica breve

dr.ssa Maria Chiara Pagnottelli




In questo sito cercherò di rispondere in modo semplice , basandomi sulle pubblicazioni di autori competenti, in merito alle  più comuni questioni psicologiche.

Molto spesso mi sono state rivolte domande molto dirette volte a conoscere cos’è la psicologia e che differenza ci sia tra le varie figure professionali che ad essa afferiscono.

“Che cosa è la psicologia?”

La psicologia è una scienza umana che si occupa, in modo sistematico, basandosi sul metodo sperimentale, di conoscere il comportamento umano, normale o patologico,  sia sul piano cognitivo, che su quello emotivo-relazionale.

“Che differenza c’è tra uno psicologo ed uno psicoterapeuta?”

All’interno della psicologia, alcuni professionisti si sono specializzati nella clinica, ossia nello studio dei casi individuali e  dei i pattern comportamentali: gli psicologi quindi si occupano di capire i fenomeni umani, le ridondanze dei comportamenti e le caratteristiche delle anomalie.

Gli psicoterapeuti sono dei professionisti, psicologi o medici, che si occupano di modificare i comportamenti identificabili come patologie e disturbi, attraverso delle tecniche, diverse in base al modello psicoterapeutico a cui il professionista si riferisce.

“Che differenza c’è tra i vari tipi di psicoterpia?”

Diversi approcci terapeutici possono spiegare i disturbi psichici utilizzando terminologie e indicando fattori eziopatogenici anche molto differenti tra loro. Tuttavia, gli studi di PNL (Bandler e Grinder) mostrano come tutti gli approcci terapeutici riescano a modificare i pattern comportamentali cambiando i modelli interni (rappresentazioni mentali) : semplificando molto, ciò che cambia è la tecnica terapeutica, non il lavoro svolto.

“Cosa vuol dire psicoterapia breve?”

In genere per psicoterapia breve si intende una psicoterapia basata sulla risoluzione di un sintomo o di una specifica problematica: le modifiche al comportamento, anche se rapidamente ottenute, sono stabili ed efficaci. Nulla vieta di lavorare su più di un obiettivo o sintomo: in questo caso i problemi vengono gerarchizzati e si lavora per gradi successivi, riformulando  periodicamente gli obiettivi da raggiungere.

“Che differenza c’è tra psioterapia e consulenza”

Le  consulenze in genere si limitano a tre incontri e servono a mettere in luce un problema, formulando la diagnosi ed evidenziando possibili orientamenti terapeutici, tra psicoterapie, training riabilitativi, invio ad altri specialisti.